Prima di partire, ricordati di donare

Chi Può Donare

REQUISITI RICHIESTI AL DONATORE

Età
Compresa tra i 18 ed i 60 anni per la prima donazione. Chi è già donatore può superare il limite dei 65 anni in relazione ovviamente allo stato di salute in atto e alla valutazione cardiologica

Peso
Non inferiore a 50 kg (indipendentemente dalla statura o dalla costituzione)

Pressione arteriosa
Tra 110 e 180 mm di mercurio (Sistolica o MASSIMA) tra 60 e 100 mm di mercurio (Diastolica o MINIMA)

Stato di salute

  • Non soffrire di malattie croniche (diabete, malattie autoimmuni, tumori maligni…)
  • Non avere MAI avuto Epatite C, sifilide, comportamenti a rischio di malattie trasmissibili sessualmente ed uso di sostanze stupefacenti
  • Infezioni da Epatite A e B sono da rivalutare dopo guarigione clinica ed esami
  • Non aver avuto malattie nelle ultime due settimane anche se di lieve entità (influenza, bronchite, polmonite, herpes labiali…)
  • Non aver assunto alcun farmaco nell’ultima settimana (antidolorifici e aspirine), nelle ultime due settimane per antibiotici o antibatterici. Si possono regolarmente assumere preparati vitaminici e pillola anticoncezionale
  • Non essere stati sottoposti ad interventi chirurgici negli ultimi 3 mesi (comunque è necessario documentare il ricovero con lettera di dimissione e/o cartella clinica). I piccoli interventi locali vengono rivalutati dal medico
  • Portare qualsiasi documentazione di tipo sanitario precedente (cartelle cliniche per interventi pregressi, eventuali esami del sangue o strumentali eseguiti in passato….)
  • Non aver subito esami endoscopici negli ultimi 4 mesi (gastroscopia, colonscopia, artroscopia etc..) di cui produrre comunque DOCUMENTAZIONE
  • Non aver effettuato viaggi o soggiorni in zone tropicali negli ultimi 3 mesi (6 mesi se zone malariche)
  • Non aver soggiornato nel Regno Unito per più di 6 mesi (nel TOTALE dei soggiorni) dal 1980 al 1996 e non essere stati trasfusi nel Regno Unito
  • Non avere il ciclo mestruale in corso (è consigliato lasciar trascorrere alcuni giorni dalla fine del ciclo)
  • Non aver avuto parti negli ultimi 12 mesi o interruzioni di gravidanza negli ultimi 6 mesi
  • Non tatuaggi, né agopuntura, né fori ai lobi, né piercing vari negli ultimi 4 mesi
  • Non aver effettuato allenamenti pesanti o sport intenso nelle 24 ore precedenti il prelievo
  • Non è indispensabile essere completamente a digiuno, è possibile assumere caffè o thè moderatamente zuccherati ed eventualmente mangiare qualche biscotto secco o fetta biscottata; l’importante è non aver fatto colazione con cibi grassi, dolciumi, latte o altri prodotti da esso derivati.

 

Cause di esclusione temporanea dalla donazione:

E’ sospeso per 4 mesi chi si è sottoposto/ha subito/ha avuto:

– Tatuaggi, piercing, agopuntura (se non eseguito da personale qualificato con aghi a perdere o personali);
– Endoscopia, gastroscopia, colonscopia, cistoscopia,artroscopia, implantologia.
– Interventi chirurgici di rilievo.
– Rapporti sessuali con persone infette o a rischio di trasmissione di malattie infettive.
– Trasfusione di sangue o emoderivati.

E’ sospeso per 2 settimane chi si è sottoposto/ha subito/ha avuto:

– Febbre > 38°C

E’ sospeso per 1 settimana chi si è sottoposto/ha subito/ha avuto:

– Devitalizzazione di denti, estrazioni o interventi chirurgici minori.

 

Selezione donatore extracomunitario

1.       L’aspirante donatore extracomunitario deve risiedere da almeno due anni nel nostro Paese con documenti regolari(carta d’identità, permesso di soggiorno ed iscrizione al servizio sanitario nazionale). Gli anni aumentano a tre se la provenienza è da un Paese con endemia malarica.

2.       L’aspirante donatore deve fornire un indirizzo(telefonico e/o e-mail e/o abitazione) per qualsiasi comunicazione di carattere sanitario.

3.       Deve possedere una buona padronanza della lingua italiana (il livello di comunicazione deve essere sufficiente a fargli comprendere appieno tutte le domande sanitarie che gli vengono rivolte dal medico).

4.       Non sono ammessi interpreti  né parenti, né mediatori culturali al colloquio col medico. Tutto ciò viene richiesto:

a.       Per la sicurezza del ricevente.

b.      Per la tutela della privacy del donatore.

c.       Per la correttezza del colloquio.

d.      Per uniformità con quanto viene richiesto.

5.       Segnare il Paese di provenienza per poter valutare a quale tipo di donazione renderlo idoneo.

6.       Segnare se effettua rientri periodici nel paese di origine e con quale frequenza.

7.       Valutare il tipo di convivenza(da solo, in famiglia, in comunità).

Dopo avere sentito anche gli organi regionali ci è stata confermata la non idoneità di questionari in lingue diverse dall’italiano anche per favorire una maggior uniformità di comportamento e una maggiore integrazione dei cittadini stranieri che aspirano a diventare donatori.

Il Direttore del Servizio Trasfusionale
Dr. M. Franchini

Il Responsabile “Raccolta Emocomponenti”
Dr. S. Cantarelli